Danilo Giorgio Grattoni

Aree di competenza

  • Contenzioso e Arbitrati
  • Diritto Societario 
  • Diritto Fallimentare

Sarebbe limitativo affermare che faccio l’avvocato quando il concetto di fare, da un punto di vista ontologico, non necessariamente coincide con quello dell’essere.

Sono, dunque, un avvocato perché, in qualche misura, lo sono sempre stato ancor prima di concludere il mio percorso accademico all’Università degli Studi di Parma e iniziare il mio tirocinio presso uno primario Studio milanese latore di una significativa storia accademica e pratica nel diritto societario.

La forte inclinazione e l’irresistibile pulsione a mettermi in gioco mi hanno portato a svolgere la professione quale praticante abilitato, per poi proseguirla con l’apertura di un mio studio professionale a giugno del 2006, una volta ottenuta l’abilitazione.

Parallelamente, la mia passione per le materie giuridiche si è nutrita e accresciuta grazie a una ultradecennale attività di assistant professor presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca, prima, e Università Statale di Milano, poi.

La determinazione a incrementare le mie esperienze personali e professionali mi ha portato, nel 2015, a diventare partner di due primari studi legali associati che mi hanno certamente portato esperienza ma non hanno sopito le mie istanze di crescita imbrigliate da schemi professionali limitanti.

Dalla fine del 2018, ho, quindi, deciso di prendere un periodo di riflessione durante il quale ho svolto la mia attività professionale in proprio e quale Of Counsel di uno storico studio legale di Milano, fino all’incontro con freebly, una società tra avvocati benefit, il cui progetto professionale è fondato su quattro plinti valoriali che condivido profondamente e coltivo con convinzione, ma, soprattutto, che pone l’individuo al centro di ogni relazione professionale.

Le mie istanze hanno trovato nel modello di freebly il contesto per tornare ad esprimersi in modo libero e consapevole: ho, pertanto, deciso di entrare a far parte di freebly per dare il mio contributo concreto a un progetto professionale a cui sento di appartenere con forza.

Pubblicazioni

  • Italia Oggi del 7 gennaio 2018 articolo a commento dell’ordinanza della Suprema Corte di Cassazione n. 10643 del 4 maggio 2018 in materia di perdita deducibile;
  • Legal, ed. le Fonti, del 14 febbraio 2017, articolo “I doveri di Vigilanza del Collegio Sindacale”;
  • Maggio 2017 coautore del libro “Identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni nel mercato interno, Commento al Regolamento UE 10/2014” a cura di Francesco Delfini e Giusella Finocchiaro, G. Giappichelli Editore, Torino;
  • In Rivista giuridica “Il Foro Padano”, in tema di contratto di donazione e differenze con la donazione indiretta nota a sentenza Tribunale di Torino – 15 luglio 2004 – n. I – 06;
  • In Rivista giuridica “Il Foro Padano”, in tema di contratti di trasporto con il sistema di tariffe c.d. a forcella, nota a Corte d’Appello di Torino – 15 giugno 2004 – n. I – 05;
  • In Rivista giuridica “Il Foro Padano”, in tema contratto preliminare di compravendita immobiliare: interpretazione, determinabilità ed individuazione dell’oggetto del contratto, nota a Cass. Civ. 19 novembre 2004, n. 21885, n. I – 2005;
  • In Rivista giuridica “Il Foro Padano”, in tema di sentenza non definitiva, nota a Corte di Appello di Milano, 20 gennaio 2004, n. I – 2004.